Unioni di comuni

Con le manovre finanziarie delle estati 2010-2011,  si è prodotta un’accelerazione nel percorso di riassetto istituzionale.

In particolar modo, nell’ambito delle gestioni associate, il passaggio all’obbligatorietà per i comuni fino a 5.000 abitanti (o 3.000 se appartenenti a Comunità montana) ha reso questa tematica centrale nell’agenda dei comuni. In Toscana, l’obbligo di gestire le funzioni fondamentali in forma associata (ossia tramite Unione di comuni o Convenzione), coinvolge direttamente il 35% dei comuni toscani.

L’impegno dell’Anci Toscana è rivolto, in primo luogo, a seguire gli sviluppi legislativi, attraverso il confronto istituzionale con la Regione Toscana.

Parallelamente, l’Anci Toscana, organizza incontri formativi con i comuni interessati, innanzitutto, per far fronte al fabbisogno informativo, orientato a colmare le lacune conoscitive, ma anche per creare momenti di confronto tra gli attori istituzionali volti a riflettere su criticità e opportunità che le grandi riforme  (riassetto istituzionale  e federalismo municipale) immettono nel sistema dei Comuni.   

Il “Progetto Unioni” intende, quindi,  fornire un supporto per i comuni toscani, attraverso interventi formativi su: le gestioni associate ed il riassetto istituzionale dei comuni (con particolare attenzione ai piccoli comuni); il federalismo municipale, il passaggio dalla spesa storica ai fabbisogni standard  e l’impatto  nel breve e medio periodo sull’attività degli enti; le leve economico finanziare nella gestione ordinaria degli enti.

 

Inoltre, il Progetto Unioni, intende stimolare il protagonismo municipale per cogliere le opportunità del processo di associazionismo comunale, in un’ottica di progettualità nel governo del territorio di più ampio respiro, che sappia andare oltre il mero adempimento degli obblighi legislativi.

 

Le nostre iniziative

Cerca


vai al sito ufficiale di Anci Toscana

Gli appuntamenti istituzionali


 

Anci Toscana - p.iva 01710310978 - Viale Giovine Italia, 17 - 50122 Firenze